Villa Suppiej Penasa, Giaretta, detta Villa Gemma

Via Argine Destro Piovego, 50 NOVENTA PADOVANA
Lat. 45.407058 Long. 11.960466

La villa si presenta con un impianto costruttivo piuttosto semplice, tipico delle architetture tardo seicentesche, in cui sono tuttavia inseriti alcuni elementi ornamentali come i vasi acroteriali, le decorazioni sopra le finestre e le scale esterne a doppia rampa.

All’epoca, l’edificio era privo dell’alto argine che ora lo fronteggia e che ha portato alla creazione del ponticello a un’arcata come accesso diretto al primo piano.

Il piano nobile conserva solo parzialmente il ricco apparato decorativo ottocentesco, andato per lo più perduto durante un’alluvione: si sono salvati alcuni paesaggi in monocromo a tempera (raffiguranti i Colli Berici ed Euganei, con particolare importanza data ad Arquà Petrarca), attribuiti al pittore Marino Urbani.

Oltre alla villa, si annoverano anche una barchessa e un piccolo edificio in stile goticheggiante utilizzato come colombara; doveva essere inoltre presente pure una cappella privata, ora perduta.

Qui sotto presente una mappa opestreetmap che presenta i percorsi ed i luoghi di interesse, ciascuno fornito di link alla relativa scheda. Se si vuole saltare la mappa usare lo skip link presente subito dopo questo testo

Mappa

Il sito utilizza dei cookie per migliorare la sua esperienza utente. Utilizzando il sito, si accetta questo utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi